Storie Prima colazione: quando l’alimentazione incontra la relazione

Non solo nutrimento ma anche interazione sociale: ecco che cosa apporta la colazione.

Questo termine deriva dal latino e in origine significava “radunarsi”. Una colazione ideale dovrebbe quindi essere bilanciata, gustosa, sana e consumata in compagnia.

Buona abitudine sarebbe dedicare il tempo giusto ogni mattina, riunendo grandi e piccini in un unico tavolo, per iniziare la giornata con benefici per corpo e mente. Si tratta di un pasto a tutti gli effetti, dovendo apportare ben un quarto dell’energia giornaliera necessaria.

Va prestata attenzione a non concentrarsi solo sulle calorie ma anche sui nutrienti introdotti: una colazione ricca di energia ma povera in vitamine, fibre e minerali preziosi può saziare ma impoverisce la dieta. Vanno dunque preferiti cereali e panificati integrali al posto di quelli raffinati, bevande a base di frutta fresca al posto di succhi o bevande zuccherate, alimenti freschi e fatti in casa al posto di prodotti confezionati, spesso ricchi di zuccheri e grassi. Variare le scelte a tavola a partire dalla colazione è un ottimo modo per ottenere tutti i nutrienti, in quanto non esiste un alimento che sia completo dal punto di vista nutrizionale.

Di prima mattina non va dimenticato un alimento fondamentale: l’acqua. Latte, spremute, tisane, the sono fonti preziose di acqua che forniscono l’idratazione necessaria a partire dalle prime ore della giornata.

Come fare se la colazione non sazia e viene fame dopo poche ore? La risposta può trovarsi nella qualità di ciò che si è mangiato e non dalla quantità: alimenti molto zuccherati come biscotti, fette biscottate, cereali da colazione raffinati, succhi di frutta hanno un effetto saziante limitato perché poveri di carboidrati complessi e fibre. È meglio la colazione dolce o salata? È meglio farla! Privilegiando la qualità degli ingredienti, la colazione risulterà nutriente, dolce o salata che sia.

Iscriviti alla nostra newsletter Resta aggiornato